Le Scarpette di Sant’Ilario: il dolce tipico di Parma

//Le Scarpette di Sant’Ilario: il dolce tipico di Parma

Le Scarpette di Sant’Ilario: il dolce tipico di Parma

Il 13 gennaio per i parmigiani è una data speciale: è il patrono della città. Parma si mette a lustro, si prepara a festeggiare al meglio l’avvenimento, le sue strade si riempiono di gente, pronta a condividere insieme la giornata. Ma che Sant’Ilario è senza la tradizionale Scarpetta? Per chi non fosse della città, la Scarpetta di Sant’Ilario è il dolce tipico della giornata, biscotti dalla forma e sapore inconfondibile. Iniziamo, insieme, questo tour tra leggenda e ingredienti.

La leggenda delle scarpe di Sant’Ilario

Il dolce deve la sua forma a una leggenda vecchia di secoli, secondo la quale Ilario si trovò a passare a piedi da Parma in un giorno d’inverno con scarpe rotte. Un ciabattino, vedendolo, si intenerì e gli fece un paio di calzature nuove. Il mattino dopo le scarpe vecchie del Santo si trasformarono in un paio di scarpe d’oro. Un miracolo che ancora oggi viene ricordato e festeggiato, tanto che ogni anno l’Amministrazione Comunale della città consegna il premio Sant’Ilario a chi, fra i cittadini, si è distinto nel lavoro o nell’impegno civile e sociale.

La preparazione delle Scarpette

I biscotti di Sant’Ilario hanno una preparazione semplice, con pochi ingredienti e in poco tempo porterete sulle vostre tavole un dolce gustoso e genuino. Vediamo, insieme, ingredienti e preparazione.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina
  • 4 uova
  • 250 gr di zucchero
  • 150 gr di burro
  • Vanillina
  • Scorza grattata di limone
  • 200 gr di zucchero a velo
  • Colorante alimentare
  • Zuccherini per decorare

Preparazione:

La prima cosa da fare è lasciare, per circa venti minuti, il burro a temperatura ambiente, per far sì che diventi morbido e malleabile. Nel frattempo prendete una ciotola capiente o una spianatoia e iniziate a impastare la farina, le uova (2 intere e 2 tuorli), il burro, la scorza di limone e la vanillina. A questo punto dovreste avere un impasto omogeneo e compatto, stendetelo con il mattarello fino a raggiungere uno spessore di circa 5/6 mm. Adesso è giunto il momento di formare le scarpette e potete decidere di percorre due strade: o utilizzate uno stampo apposito, oppure potete disegnarle a mano con l’ausilio di un coltello. Bene, ora è giunto il momento di cuocere i biscotti in forno a 160° per circa 30 minuti. Attenzione, non abbiamo ancora finito, dobbiamo preparare la glassa. Mettiamo in una terrina lo zucchero a velo e qualche cucchiaio d’acqua e mescoliamo con una spatola. Se volete dare un tocco di colore alle vostre scarpette potete aggiungere del colorante alimentare. A cottura terminata aggiungete la glassa e gli zuccherini. Piccolo suggerimento: provateli con un bicchiere di Malvasia Dolce.

Le nostre scarpette

Se non amate stare ai fornelli, se i dolci non sono il vostro forte, non temete: presso il nostro punto vendita, in via Montebello, potete trovare le Scarpette di Sant’Ilario, fatte seguendo la più tradizionale delle ricette.

2018-01-09T11:51:29+00:00 9 gennaio 2018|Dolci Storie|